Basilico

Basilico

Il basilico, il cui nome scientifico è Ocimum basilicum, è una pianta erbacea annuale che appartiene alla famiglia delle Lamiaceae (Labiatae, nom cons.), diffusa in tutta l’Asia da secoli e coltivata in Europa nelle sue numerose forme e varietà. Oggi l’erba aromatica è molto diffusa in Italia e costituisce uno degli ingredienti della dieta mediterranea.

novità

Con i nuovi prodotti The Semidry Garden puoi gustare la freschezza del basilico come appena colto quando vuoi, come vuoi…

Peculiarità del basilico

Il fusto della pianta di basilico può raggiungere un’altezza di 60 cm e la grandezza delle foglie è di dimensioni variabili, così come il colore che varia da un verde intenso a un verde cupo, al viola o al porpora a seconda della specie. L’olio essenziale presente sulle foglie di basilico dona l’inconfondibile aroma che le rende particolarmente adatta all’uso in cucina.

Varietà del basilico

Sono state classificate circa 60 varietà di basilico e si distinguono principalmente per l’aspetto, il colore e l’aroma.

Tra le principali varietà coltivate in Italia si ricordano:

  • Il Basilico comune (O. basilicum Crispum), caratterizzato da foglie grandi e e ricche di olio essenziale;
  • Il Basilico genovese (O. basilicum Genovese Gigante), prodotto D.O.P utilizzato principalmente per la produzione del pesto. 
  • Il Basilico napoletano (O. basilicum Napoletano) con foglie di dimensioni medie e un aroma tendente alla menta.
Dove viene coltivato il basilico

Il miglior habitat per la pianta di basilico è costituito da un luogo caldo ed esposto al sole, con un terreno ricco e umido. La pianta non è molto esigente nella concimazione ma è importante  che il terreno  sia fertiledrenante e a pH neutro.

Come coltivare basilico

Il basilico cresce in un clima mediterraneo a temperature comprese tra i 20 e i 25 gradi. All’aumentare della temperatura, la pianta necessita di un maggiore tasso di umidità. L’annaffiatura della pianta aromatica deve essere frequente e abbondante, ma siccome le radici temono i ristagni d’acqua, è necessario che il terreno sia drenante. La coltivazione del basilico può avvenire sia in orto che in vaso e la fioritura della pianta avviene tra giugno e settembre. Le piante di basilico devono essere curate opportunamente, asportando gli apici vegetativi e i fiori per permettere il corretto sviluppo della pianta e allungarne la vita. Sui fusti lasciati a fiorire, le foglie crescono più lentamente fino a fermarsi. Col passare del tempo, il fusto della pianta di basilico tende a diventare legnoso e la produzione di olio essenziale diminuisce così come di conseguenza anche il profumo delle foglie. Il ciclo di vita della pianta termina infine con la produzione di semi che possono essere seminati l’anno successivo.

La raccolta del basilico

Il basilico è la pianta da vaso per eccellenza e la sua cura garantisce foglie fresche per tutto l’anno. Nel caso in cui si vogliano conservare le foglie, è possibile essiccarle o surgelarle, tenendo presente che nel secondo caso il caratteristico profumo di basilico andrà parzialmente perso.

Lo sapevi che…

L’infuso di basilico, freddo o tiepido, serve come collutorio per la bocca e la gola.

Usi del basilico

In cucina

Il basilico è uno degli ingredienti maggiormente utilizzati nella cucina mediterranea in quanto tra le erbe aromatiche più versatili per condire pietanze di verdure, insalate, pasta, carne o piatti di pesce. Inoltre contribuisce a rendere più digeribili i cibi grassi.

Le proprietà medicinali del basilico

L’olio essenziale di basilico è un rimedio naturale contro lo stress e agisce come calmante per i nervi. In caso di crampi allo stomaco o di inappetenza, l’infuso di foglie di basilico costituisce un aiuto naturale per dare sollievo o stimolare l’appetito.

Il basilico e la cosmesi

Il basilico, con le sue caratteristiche aromatiche e le componenti chimiche quali l’eugenolo e i flavonoidi, trova diverse applicazioni nel campo della cosmesi. Le proprietà antiossidanti del basilico hanno un effetto anti-età per la pelle e proteggono la cute dai radicali liberi che causano l’invecchiamento cellulare. Inoltre, l’erba aromatica è in grado di ravvivare il cuoio capelluto donando lucentezza ai capelli; questo perché le foglie di basilico sono ricche di vitamine che rinvigoriscono lo strato di cheratina della corteccia del capello. Infine, l’olio essenziale della pianta contribuisce a mantenere l’alito fresco.

Impieghi ornamentali

Le varietà e i profumi diversi del basilico rendono la pianta utile per un gradevole effetto ornamentale su balconi e terrazzi.

Passaparola...Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone