Allarme peronospora, il fungo killer del basilico

Di
  in Agricoltura, Notizie

Peronospora

È di nuovo allarme peronospora tra i coltivatori liguri, la malattia di origine americana sta attaccando le piante di basilico in diverse zone della Liguria e rischia di mettere a repentaglio l’intera coltivazione ed in particolare la produzione di pesto.

La peronospora ha già colpito in passato (nel 2003 e nel 2004) le coltivazioni del basilico in Piemonte e Liguria ed oggi torna a fare danni sempre in quelle stesse zone anche a causa delle pioggie intense che hanno caratterizzato il clima di questa estate soprattutto nel nord del paese. Si tratta infatti di una malattia che si sviluppa grazie all’umidità ed è causata da organismi parassiti che sottraggono alla pianta ospite risorse trofiche cioè l’energia vitale derivante dal suo sistema di nutrizione.

Gli attacchi della peronospera sono spesso letali soprattutto per le piante erbacee; i sintomi principali, attraverso i quali si manifesta questa malattia, sono in genere la depigmentazione dei tessuti verdi della pianta a cui segue il deperimento e il disseccamento degli stessi. Talvolta questi parassiti portano alla morte dell’intera pianta. Sono oltre 10 anni che questo problema esiste in Liguria e l’utilizzo di agenti chimici, più volte revisionati sulla base della direttiva europea 91/414 recepita in Italia dal DL 17/03/1995 n. 194, se da un lato ha limitato i danni, dall’altro ha avuto l’effetto indesiderato di rafforzare la resistenza del parassita ai fitofarmaci.

In alcuni casi i produttori oggi già denunciano danni pari a circa un terzo della produzione. L’allarme si è esteso anche ad altre regioni italiane e, nel frattempo, la Regione Liguria (quella in assoluto più colpita), nell’attesa che vengano fornite agli agricoltori altre scorte di fitofarmaci, sta provando a studiare, attraverso il Centro regionale di sperimentazione agraria di Albenga, nuove forme di prevenzione del fenomeno. Certo è che il danno provocato da questo parassita alla coltivazione del basilico è un colpo grave all’economia di una regione che da sempre ha fatto di questo tipo di coltura il suo principale vanto e una delle sue principali fonti di ricchezza in termini economici e di lavoro.

Le aziende che coltivano il basilico in Liguria, infatti, sono circa cento e producono un fatturato di circa 6 milioni di euro l’anno, che diventano 15 milioni se si considera anche l’indotto. I danni causati a questo specifico tipo di coltura potrebbero mettere a rischio anche la produzione del famoso pesto alla genovese, che ha proprio nel basilico l’ingrediente principale e che rappresenta senza dubbio una delle specialità della produzione culinaria ligure.

 

Sintesi
Articolo
Allarme peronospora, il fungo killer del basilico
Descrizione
È di nuovo allarme peronospora tra i coltivatori liguri, la malattia di origine americana sta attaccando le piante di basilico in diverse zone della Liguria
Autore
Passaparola...Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone